Regolarità urbanistica snellita | Total Domus

Regolarità urbanistica snellita

Superbonus 110%, attenzione: il cappotto termico per edifici ante 1945 richiede l’autorizzazione paesaggistica
26 Aprile 2021
SuperSismabonus 110%: nuovi chiarimenti CSLP su riparazioni, classi di rischio, Sismabonus acquisti
1 Maggio 2021

Regolarità urbanistica snellita

Regolarità urbanistica degli immobili plurifamiliari, ai fini della fruibilità della detrazione maggiorata del 110%, deve essere asseverata con esclusivo riferimento alle parti comuni, senza dover verificare la presenza di eventuali abusi commessi dai singoli condomini, anche in presenza di interventi trainati eseguiti sulle singole unità.

La novità è stata recentemente prevista con il comma 13-ter, in vigore dallo scorso 14 ottobre, introdotto recentemente, all’interno dell’art. 119 del dl 34/2020, convertito nella legge 77/2020, dal comma 3-quinquies, dell’art. 51 del dl 14/08/2020 n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13/10/2020 n. 126 (si veda ItaliaOggi del 10/03/2021).

Il citato comma 13-ter dell’art. 119 del dl 34/2020 prevede letteralmente che, al fine di semplificare la presentazione dei titoli abilitativi relativi agli interventi sulle parti comuni che beneficiano degli incentivi disciplinati dal presente articolo, le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito allo «stato legittimo» degli immobili plurifamiliari, di cui all’articolo 9-bis del dpr 380/2001, e i relativi accertamenti dello sportello unico per l’edilizia, devono essere riferiti esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi.

Si evidenzia ulteriormente che lo «stato legittimo» dell’immobile o dell’unità immobiliare non è altro che quello stabilito dal titolo abilitativo che ne ha previsto la costruzione o che ne ha legittimato la stessa e da quello che ha disciplinato l’ultimo intervento edilizio che ha interessato l’intero immobile o unità’ immobiliare, integrati con gli eventuali titoli successivi che hanno abilitato interventi parziali.